Combattere il mobbing con le arti marziali cinesi

Share

Intervista ad Andrea Zanconato insegnante di arti Marziali Cinesi e Psicologo Sportivo

Abbiamo parlato di come è possibile Combattere lo stress con Sport e Hobby ma, per poter dire di come uno sport, piuttosto che un altro, sia più o meno efficace sulla salute psicofisica della persona siamo andati ad intervistare direttamente chi, per passione o per professione, lo pratica e/o lo insegna delle attività ottenendone i migliori benefici.

Per le arti marziali cinesi abbiamo intervistato Andrea Zanconato che, oltre a lavorare come psicologo presso Ulss 5 Ovest Vicentino, insegna arti marziali cinesi da vent’anni.

combattere il mobbing con le arti marziali

Andrea Z. (foto di Riccardo Panozzo – tutti i diritti riservati)

 

-Ciao Andrea, potresti descriverti brevemente e dirci di cosa ti occupi?

Ciao a tutti, sono Andrea Zanconato, psicologo clinico con Master in psicologia dello sport e alta formazione in tecniche di rilassamento, meditazione e Mindfulness (tecniche per aumentare la consapevolezza dei propri stati d’animo con lo scopo di prevenire l’effetto di pensieri negativi nda) Attualmente lavoro presso l’Ulss5 Ovest Vicentino .

-Che tipo di attività insegni/pratichi?

Pratico arti marziali dall’età di 10 anni, in passato ho studiato Karate, Kung Fu tradizionale, Wushu moderno, Sanda, Taiji Quan e Brazilian Jiu Jitsu, nonchè danza moderna e contemporanea.

Da 20 anni insegno arti marziali cinesi presso la sede dell’ASD Dragonero di San Bonifacio – VR. In particolare Wushu moderno, Taiji Quan e Sanda con le quali abbiamo ricevuto diversi riconoscimenti a livello nazionale con la nostra squadra agonisti. Oltre alle arti marziali propongo anche la meditazione zen.

-Una persona stressata potrebbe trarre benefici dall’attività che pratichi e insegni?

Ovviamente sì, l’abilità nelle arti marziali va allenata allo scopo di aiutare le persone ad acquisire o esercitare gli schemi motori più complessi in modo da combattere gli effetti dell’ansia.

-In che modo si riesce a combattere l’ansia con le arti marziali?

Ecco, il concetto di per sé è molto semplice: la pratica costante aiuta ad acquisire caratteristiche psicologiche molto utili come lo sviluppare una maggiore fiducia in se stessi e giungere alla consapevolezza del proprio valore. Intervenendo sul fisico si ottengono ottimi miglioramenti anche a livello psicologico imparando così a controllare lo stress e, soprattutto, a mettere a fuoco l’attenzione e migliorare l’abilità di concentrazione sugli obbiettivi che ci siamo prefissati sia nello sport che nella vita o nel lavoro.

-Hai un consiglio che vorresti dare a chi soffre di stress o è vittima di azioni di mobbing?

Non cedete alla disperazione, non sentitevi mai soli e non pensare di essere gli unici. Seguite gruppi di aiuto e appoggiatevi a persone esperte che possano aiutare a costruire e strutturare le migliori strategie per difendersi in un contesto particolare come quello del mobbing.

Denunciate tutto quello che succede, anche ai vostri colleghi di lavoro in modo che più persone possibili siano consapevoli dei fatti che vi coinvolgono, raccogliete prove e documentate quanto vi stanno facendo.

combattere il mobbing con le arti marziali

ASD Dragonero (foto di Mirko Zanconato – tutti i diritti riservati)

Dopo questa piacevole conversazione con Andrea possiamo dire che la disciplina e la costanza – nelle arti marziali così come nella vita – diventano essenziali nell’affrontare difficoltà psicologiche come il mobbing e lo stress sul lavoro.

Il nostro miglior augurio va chi vuole iniziare a studiare le discipline marziali cinesi e a tutta squadra del Dragonero.

Chi fosse interessato a praticare ed approfondire i benefici delle arti marziali può contattare l’ASD Dragonero sul sito web oppure su facebook

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *